Negli USA è quasi pronto il sistema di sicurezza preventiva che rileva il tasso alcolemico dall'alito e dalla pelle

Se ne parla da tanto e finalmente sembra essere arrivata la volta buona per fermare sul nascere la guida in stato di ebbrezza. Come? Con un sistema automatico di rilevamento del tasso alcolemico del guidatore. Studi in questo senso sono stati portati avanti, fra gli altri, dalla Volvo, ma nei giorni scorsi è stata un'importantissima istituzione americana come la National Highway Traffic Safety Administration (NHTSA) ad ufficializzare di essere al lavoro su questo importantissimo dispositivo di sicurezza, capace di impedire l'avviamento del motore qualora il valore superi la soglia legale, mostrandone il funzionamento su una vettura sperimentale.


Ironia della sorte, il sistema "anti ubriaco al volante" si chiama DADSS, acronimo che sta per Driver Alcohol Detection System for Safety, ma che è anche molto simile alla parola dad; in inglese, papà. Impegnati nella sua messa a punto ci sono la NHTSA insieme all'ACTS (Automotive Coalition for Traffic Safety; la coalizione di costruttori per la sicurezza del traffico che raccoglie 17 grandi gruppi). Ma come fa DADSS a rilevare il tasso alcolemico? In modo incrociato, ovvero attraverso un sensore per il respiro che rileva le molecole di CO2 e di etanolo emesse dal guidatore e poi tramite un dispositivo a sfioramento posizionato sul tasto d'avviamento capace di determinare l'intensità della luce e il relativo spettro sulla pelle delle dita e in base a questo di determinare l'eventuale stato d'ebbrezza. Tempo richiesto per tutte queste operazioni: pochi istanti.



Driver Alcohol Detection System for Safety – Technology Overview




DADSS, il sistema USA che blocca l'auto se il guidatore è in stato di ebbrezza. Rilevamento alcol tramite l'alito e la pelle.

Hai bevuto? L'auto non si avvia [VIDEO]

Foto di: Adriano Tosi