Matthew Watkins disegna la copertina social del nostro magazine… con le dita

Secondo voi come sarà la città del futuro? In Redazione ce lo chiediamo spesso scrivendo delle automobili che verranno e che potrebbero rivoluzionare la mobilità urbana. Auto o taxi senza conducente, car sharing diffuso, auto elettriche integrate nelle cosiddette smart city e chi più ne ha più ne metta. Le buone intenzioni per migliorare l’efficienza dei trasporti di cose e persone sono tante, ma le previsioni “razionali” si rivelano spesso e volentieri inesatte. Meglio allora lavorare con la fantasia, senza impegno. E noi lo abbiamo fatto chiedendo all'artista inglese Matthew Watkins - illustratore di fama internazionale che ha lavorato anche per il Washington Post, il Daily Telegraph, Wired e GQ - di disegnare per OmniAuto.it la città del 2070 come soggetto temporaneo della copertina della nostra Testata. Il risultato lo trovate sulle pagine Facebook, Twitter o YouTube ed è un’opera realizzata in fingerpaint digitale, ovvero disegnata con le dita sullo schermo di un tablet. Dunque senza sporcarsi le mani, nel senso più fisico che si possa intendere. Quest’arte è nata con la diffusione del primo smartphone di successo – l’iPhone – e si è diffusa tantissimo negli ultimi anni fra gli artisti di tutte le età. I perché li potete ascoltare dallo stesso Matthew Watkins che abbiamo intervistato al termine del dipinto dedicato ad OmniAuto.it…