Per tre anni sarà "title sponsor" di uno dei più importanti nodi ferroviari di Milano

Cos'hanno in comune un'automobile e una metropolitana? Nulla, se l'auto non è elettrica. Come la Nissan Leaf, per esempio, modello che per diffusione (è l'elettrica più venduta al mondo) e tempo di permanenza sul mercato (dal 2010) è uno dei simboli della mobilità su gomma a zero emissioni. E cos'hanno in comune una fermata di metropolitana con un marchio automobilistico? Nulla, in Italia, fino a ieri. Da oggi, però, Nissan "firma" (più banalmente, diventa sponsor) la stazione Garibaldi di Milano, snodo ferroviario per treni, treni ad alta velocità e per due linee della metropolitana, una delle quali - la M5 "lilla" - è completamente automatizzata, ovvero senza conducente.


Pubblico e privato, l'unione fa la forza (si spera a lungo)


L'iniziativa non è nuova: la Casa giapponese è la quarta azienda a firmare una partnership di questo tipo con l'ATM (Azienda Trasporti Milanesi) e iniziative di questo tipo si registrano già da diversi anni in giro per il mondo. Si tratta di un segnale importante e positivo. Da un lato perché l'unione delle forze fra pubblico e privato non può che portare benefici a tutti, dal momento che ATM si è impegnata a investire gli introiti nelle infrastrutture. Dall'altro perché dimostra come il trasporto pubblico, se ben funzionante e moderno (come nel caso della M5 e della metropolitana milanese in generale), possa diventare molto attrattivo per i marchi che vogliano promuovere la propria immagine. L'auspicio, insomma, è che si possa innescare il famoso circolo virtuoso e che il contratto di esclusiva fra Nissan e ATM sia "solo" uno dei tanti, da qui in avanti.


Un muro interattivo per i viaggiatori


La "firma" di Nissan sulla stazione di Garibaldi si concretizza in un Innovation Wall, un vero e proprio muro interattivo che rileva la presenza di una persona e comunica attraverso messaggi audio udibili solo da chi si trova in un determinato punto. Scopo: far conoscere meglio la Leaf e tutte le altre auto della Nissan. Ci sarà inoltre un "ledwall" grande ben 70 mq (170 pannelli per un totale di 10,2 metri di larghezza e 6 di altezza) sul quale Nissan terrà informati i viaggiatori su eventuali iniziative e/o promozioni.

Nissan a sostegno del trasporto pubblico

Foto di: Adriano Tosi