Nel prossimo futuro la Casa giapponese punterà maggiormente sui SUV e sull'elettrificazione della gamma

Il futuro di Mitsubishi passa per l'elettrificazione della propria gamma, che a sua volta sarà sempre più focalizzata su SUV e pick-up, ma anche sulle tecnologie per la guida autonoma. La Casa giapponese svilupperà tanto i powertrain completamente elettrici, quanto quelli ibridi e ibridi plug-in, prendendo una nuova direzione anche in termini di ricerca e sviluppo, come dimostra l'annuncio di creare un nuovo centro ricerca nella Silicon Valley, in California. Le intenzioni di Mitsubishi riguardo al futuro, inoltre, sono state mostrate al recente Salone di Tokyo sia con il nuovo Outlander PHEV ibrido plug-in che con il crossover eX-Concept, che prefigura la prossima generazione della ASX, cioè il crossover compatto attualmente sul mercato.


Quanto ai prodotti, la Casa giapponese si focalizzerà su auto fortemente orientate all'utilizzo in fuoristrada, come, del resto, vogliono i suoi clienti, che lo hanno confermato nell'ambito delle ricerche di mercato svolte globalmente. La prossima generazione di Outlander, che arriverà nel 2019, si sdoppierà in due modelli, uno leggermente più grande dell'attuale e una Outlander Sport più compatta. Di entrambe, inoltre, sarà disponibile una versione completamente elettrica. Quanto alla Pajero, il suo futuro è incerto. Il modello attuale continuerà a essere prodotto fin tanto che ci sarà richiesta da parte del mercato; le sue particolari caratteristiche tecniche, infatti, lo rendono insostituibile per una nicchia di clienti particolarmente fedeli. Lo sviluppo di una nuova Pajero, invece, sarà subordinato al livello di emissioni globale del marchio; essendo un SUV full-size con un alto livello di CO2, l'unico modo per renderlo sostenibile è compensare con più prodotti in gamma a basse emissioni. Questi, tuttavia, saranno versioni ibride ed elettriche di auto già esistenti e non più modelli a sé stanti come era la i-Miev.

Mitsubishi, nel 2016 arriva Outlander Sport