Da Torino 19 esemplari della Porsche Cayman S rielaborati con nuovo design e finiture artigianali

C'è ancora spazio per le fuoriserie? Sicuramente sì: è quanto dimostra l'ultima creazione di Studiotorino, azienda costituita dal 2005 da Alfredo e Maria Paola Stola e Marco Goffi. La vettura, recentemente presentata in forma di prototipo al Museo Nazionale dell’Automobile di Torino, si chiama Moncenisio in omaggio sia all'omonimo passo piemontese, sia alla celebre Susa-Moncenisio, la prima corsa automobilistica in salita al mondo. Derivata alla Porsche Cayman S tipo 981, sarà realizzata in non più di 19 esemplari.

Quello che colpisce della Studiotorino Moncenisio è la modalità totalmente artigianale di costruzione, secondo un uso di tradizione italiana: partendo da struttura, telaio, meccanica e motore della Cayman S, è stata approntata una nuova carrozzeria, disegnata da Daniele Gaglione, noto designer che, tra l'altro, vanta nel curriculum la collaborazione al design dell'Alfa Romeo 8C Competizione. Le parti esterne vengono sostituite e lavorate secondo le modalità di un tempo, e anche internamente vengono modificati rivestimenti e dettagli; per il prototipo è stato poi scelto un colore che richiama i riflessi del cielo e del lago alpino nella sommità del Moncenisio. Oltre alla Cayman S già targata da inviare a Torino, la trasformazione ha un costo di 145.000 euro, tasse escluse: è il prezzo per ottenere un esemplare unico dal valore destinato ad aumentare nel tempo.

Studiotorino Moncenisio, quando la Cayman diventa fuoriserie

Foto di: Sergio Chierici