Con 5.000 euro (e anche meno) si può guidare una delle auto senza tetto più apprezzate e divertenti di sempre

Non sono molte le auto che mettono d’accordo così tante persone come la MX-5 seconda serie, magari con motore 1.6 per risparmiare qualcosa sui costi di gestione. E si arriva anche a cifre non lontane dai 25.000 euro di una MX-5 di terza generazione, con motore 1.8 e due varianti di carrozzeria: con capote in tela oppure con prima generazione, quella con i fari anteriori a scomparsa, alle diverse motorizzazioni delle serie più recenti, come il 1.8 della “seconda” MX-5 (anche con cambio a 6 marce e a volte con differenziale autobloccante) e il 2.0 da 160 CV della “terza” MX-5, il più adatto per garantire prestazioni in riferimento al peso superiore dell’ultima interpretazione di questa roadster giapponese dalla storia così importante.

Mazda MX-5 restyling