E' tecnologica, si guida bene ed è un po' piccola, oltre che cara. Ed è l'unica compatta a trazione posteriore

Nessuna come lei, ma non è solo per questo (tradotto: la trazione posteriore) che in tanti l'hanno comprata. E allora #perchécomprarla? La BMW Serie 1 è una macchina che in Italia è piaciuta tanto e che da poco è stata modificata con un restyling non solo estetico: nuovi fari, ma anche nuovi motori a 3 cilindri. In questa video-prova vi mostriamo tutti i suoi lati positivi e negativi, cercando di guidarvi in una gamma che, per motorizzazioni, trasmissioni e accessori, è una delle più complete sul mercato.


Pregi e difetti


Dicevamo che nessuna è come lei e intendevamo dire che la Serie 1 resta l'unica auto compatta a trazione posteriore. Questo significa avere soprattutto una macchina con meno peso sulle ruote anteriori e uno sterzo pulito, ma anche avere un giocattolo con cui volendo si può far sbandare il posteriore per chiudere una curva, ma bisogna scegliere uno dei motori più potenti (benzina o diesel). Il rovescio della medaglia è che questa disposizione meccanica toglie un po' di spazio dietro, soprattutto per i passeggeri perché il bagagliaio è in linea con quello di altre concorrenti. Un altro punto a favore sono i tanti dispositivi tecnologici disponibili, spesso di livello superiore rispetto ad altri marchi, ma con l'handicap di essere quasi tutti a pagamento. E ciò significa anche che i prezzi della BMW Serie 1 non sono bassi.


Qual è la migliore?


La 118d che abbiamo provato si posiziona quasi perfettamente nel listino, per la potenza di 150 CV, per il fatto che il motore è un 4 cilindri (si va infatti da unità a 3 cilindri fino a quelle a 6) ed è anche una versione con la trazione integrale xDrive, per chi volesse stare più tranquillo su fondi viscidi. Una 120d, comunque, è quella più consigliabile per il livello di prestazioni più consono all'impostazione telaistica, da scegliere volendo anche con l'ottimo cambio automatico ad 8 marce e in allestimento Sport, di nuovo il più in linea con la filosofia di questa BMW compatta, che così ha una dinamicità che la distingue dalle rivali dirette e dalle alternative. Ovvero, rispettivamente: Audi A3 e Mercedes Classe A da una parte, Volvo V40 e Alfa Romeo Giulietta dall'altra, con la Volkswagen Golf sempre della partita. Navigate sugli articoli, le prove e le schede tecniche del nostro sito e confrontate tutti i modelli con il nostro Trovauto.

BMW Serie 1, faccia nuova e 3 cilindri

Foto di: Fabio Gemelli