Più grande e più leggera della precedente, mantiene gli elementi essenziali del design di De' Silva

Anche la Audi A5, la coupé firmata all'epoca da Walter de' Silva, si prepara ad avere la sua prima erede, con il modello che debutterà al prossimo Salone di Ginevra e che sarà in vendita nell'agosto del 2016. Le prime foto spia, nonostante le abbondanti camuffature, ci mostrano alcuni dei principali elementi della nuova vettura, basata sulla piattaforma MLB, quella più grande su cui è basata anche la Q7, che giustificherebbe un aspetto apparentemente più largo e lungo rispetto all'attuale A5. L'uso più ampio di acciaio speciali e alluminio consente un risparmio di peso di circa 100 kg.


La nuova A5 rimane comunque fedele alle linee della generazione precedente, con piccoli affinamenti, che la avvicina alle Audi più recenti: lo scudo più basso e spigoloso, i fari più tridimensionali, il cofano piatto e avvolgente sulla fiancata, la caratteristica "linea tornado" della fiancata con la piega inferiore che sale verso la coda, i parafamghi larghi, il lunotto che sfuma nella coda alta e tronca, e in generale le linee dai tratti più marcati. Da notare anche la coda, con il bordo del cofano baule ad arco che fa da spoiler, le luci sottili e a LED (simili a quelle della nuova A4), lo scudo che incorpora i doppi scarichi con scivolo nella parte inferiore. Quanto ai motori, la nuova A5 dovrebbe portare al debutto il 2 litri TFSI da 190 CV e 5 l/100 km; non mancheranno i 2 litri TDI, da 120 a 220 CV, il 3.0 TDI e la versione ibrida e-tron con motori elettrico posteriore e a gasolio anteriore. Arriveranno poi i 3 litri delle versioni S5, a benzina e a gasolio, e il V8 3,6 biturbo per la RS5 da quasi 500 CV.

Nuova Audi A5, le foto spia durante i test invernali

Foto di: Sergio Chierici