Attesa nel 2017, avrà un design di rottura rispetto al modello attuale e tecnologie di primo livello

Il 2016 è appena iniziato e la Golf compie il suo quarantaduesimo anno di età, visto che alla prima generazione, che ha debuttato nel 1974, ne sono seguite altre sei; quella attuale, infatti, la cui commercializzazione è iniziata a fine 2012 è la settima generazione. Una storia lunga e di successo, destinata a proseguire con l'ottava generazione, attesa nel corso nel 2017. Se la tempistica sarà confermata si tratterà di un anticipo rispetto ai canonici 6 anni di vita di un modello ma è anche vero che finora non si è visto il tradizionale restyling di metà ciclo. La motivazione di questa sostituzione prematura è da ricercare nel salto tecnologico che hanno fatto le concorrenti degli ultimi anni. Nel segmento C la lotta è più dura che mai e nemmeno la Golf può permettersi di abbassare la guardia. Ecco, quindi, il rendering esclusivo del suo aspetto, creato secondo le informazioni in nostro possesso.


Passo più lungo


Anche l'ottava generazione della Volkswagen Golf nascerà sulla piattaforma MQB, che in questa applicazione verrà allungata, in particolar modo nel passo, per avere una maggiore volumetria interna destinata in particolar modo ai passeggeri. L'aumento dovrebbe essere nell'ordine dei 10 centimetri, non poco quindi, ma utile anche a creare spazio per organi meccanici da alloggiare al posteriore, come le batterie di una versione ibrida o le bombole di una bi-fuel. Proprio a proposito dell'ibrido, la nuova Golf punterà decisamente su questo tipo di trazione, proponendola sia in versione più tranquille che in altre più sportive, come del resto è già la GTE. Ovviamente ci saranno anche le classiche varianti benzina e diesel, ma sarà l'ibrido a fare la parte del leone.


Niente 3 porte


Quella che invece andrà in pensione sarà la carrozzeria a 3 porte, sempre meno richiesta dal mercato. Verrà sostituita da un'inedita versione coupé a 5 porte, che si affiancherà a quella classica e alla cabriolet, che è rimasta ferma alla sesta generazione. Il lavoro di contenimento del peso sarà ancora più spinto rispetto a quanto fatto attualmente, ma sono attesi anche un sistema di infotainment di nuova generazione e le luci laser di derivazione Audi. Il design, infine, sarà il maggiore elemento di rottura, visto che la prossima Golf oserà molto di più, portando nella produzione di serie molti stilemi visti sui prototipi Volkswagen degli ultimi anni.

Fotogallery: Volkswagen Golf, l'ottava è in arrivo