L'aggiornamento software 8.1 introduce anche parcheggio remoto e sterzo automatico

Da ottobre 2016 tutti i modelli Tesla sono dotati dell'hardware per la guida autonoma, dalle telecamere ai sensori radar e a ultrasuoni, ma per vederle muoversi in totale autonomia senza l'intervento del pilota occorre che vengano gradualmente implementati tutti quegli aggiornamenti software che la Casa di Fremont ha pianificato per i prossimi mesi. Il più recente e interessante di questi aggiornamenti software è l'8.1 per l'Autopilot 2.0 che da questa settimana è su Tesla Model S e Model X con nuove e importanti funzionalità. Fra queste novità si segnalano in particolare lo sterzo automatico ad alta velocità attivo fino a 128 km/h previa un'apposita calibrazione della vettura e il rilevamento del cambio corsia.


Le altre novità introdotte dal rilascio della versione 8.1 del software per l'Autopilot Tesla includono la funzionalità Summon attivabile da remoto, ovvero la possibilità di restare fuori dall'auto per parcheggiarla, fare manovra o farla arrivare a sé utilizzando i comandi sullo smartphone. In aggiunta a questo c'è la funzione del parcheggio parallelo e il cambio corsia automatico che permette di utilizzare l'indicatore di direzione in abbinamento a cruise control e sterzo automatico per spostarsi di corsia senza toccare il volante. Con questo aggiornamento 8.1 il sistema Autopilot 2.0 si riavvicina a quello che era in grado di fare il primo sistema Autopilot 1.0, ma con possibilità di sviluppo nettamente superiori verso la guida autonoma di livello 3, 4 e 5.



Tesla Model X | La nostra prova su strada




La Model X è la Tesla formato famiglia. Parliamo di un super crossover rigorosamente elettrico con prestazioni mozzafiato (3,9 secondi nello 0-100 km/h). Guidarla è un'esperienza e in questa prova vi raccontiamo che effetto fa...

Tesla, come va l’ultima versione dell'Autopilot [VIDEO]