Negli ultimi tre mesi ricavi e utili in aumento, grazie anche a Jeep Renegade, Fiat 500X e Chrysler 200

FCA può dirsi soddisfatta dei risultati del secondo trimestre dell’anno. L’utile netto è aumentato del 69% a 333 milioni di euro; i rivaci sono in progresso del 25% a 29,2 miliardi di euro e l’indebitamento netto industriale è diminuito di 0,6 miliardi di euro attestandosi a 8,0 miliardi di euro. Per questo i target per l’anno in corso sono stati rivisti al rialzo. Il merito è di alcuni modelli in particolare. La Jeep Renegade ha ottunuto un buon successo sia negli USA, dove è andata molto bene anche la nuova Chrysler 200, che in Europa, dove è stata la Fiat 500X a riscuotere altrettanti buoni risultati. E poi ci sono Ferrari e Maserati.


Un trimestre impegnativo


Gli ultimi tre mesi sono stati molto importati per FCA. A maggio al Salone di Instanbul è stata presentata la nuova Fiat Aegea, che verrà venduta in oltre 40 paesi dell’area EMEA. Il 24 giugno al Museo Storico Alfa Romeo, da poco ristrutturato, c’è stata la presentazione della nuova Giulia, il modello che rappresenta il rilancio del marchio del Biscione. Allo stesso tempo, negli USA il Gruppo ha ricevuto riconoscimenti importanti (per esempio la Chrysler 200 è stata nominata “Car of the year” dalla Rocky Mountain Automotive Press Association). Le consegne sono aumentate sia nell’area NAFTA che EMEA, mentre sono diminuite nell’America latina e in Asia. Tuttavia il Gruppo ha complessivamente raggiunto i risultati che abbiamo citato. Ferrari ha aumentato i propri ricavi del 5%, mentre Maserati li ha visti calare del 17%, proprio per via dell’indebolimento della domanda in Cina.


Le prospettive per il 2015


Alla luce della buona performance generale, il Gruppo ha stimato che per la fine dell’anno le consegne a livello globale arriveranno a circa 4,8 milioni di veicoli, con ricavi che supereranno i 110 miliardi di euro. Gli importi, ci tiene a sottolineare FCA, “non includono alcun impatto derivante dalle operazioni relative a Ferrari annunciate in precedenza”.



Nuovo Museo Alfa Romeo | la video visita in anteprima




Perché Henry Ford si toglieva il cappello davanti ad un'Alfa Romeo? Lo si capisce visitando il nuovo museo Alfa di Arese: ci sono auto spettacolari, che vi facciamo vedere prima che il museo apra il pubblico!

Museo Alfa Romeo, siamo entrati in anteprima [VIDEO]

Foto di: Adriano Tosi