Il numero esatto del crossover da 600 CV dipenderà dalle ordinazioni dei clienti. Prezzi ancora da definire

L’evoluzione della Nissan Juke-R è stata presentata al Goodwood Festival of Speed quando Jann Mardenborough, il vincitore della GT Academy 2011, l’ha portata su per la verde collina inglese in anteprima mondiale. Non si sapeva se sarebbe stata prodotta ma ora la conferma è arrivata direttamente dagli ingegneri Nismo, il team motorsport della casa giapponese, che hanno detto di aver avuto il via libera per crearne fino ad altri 17 esemplari (oltre ai 6 già costruiti). Il numero esatto dipende dalle ordinazioni che arriveranno, ma già la conferma della produzione di questa montagna di cavalli su quattro ruote è un annuncio degno di nota perchè sembrava solo essere un esercizio ingegneristico ed invece sarà possibile - con un po’ di fortuna - vederla dal vivo in strada. Ancora non se ne conosce il prezzo ma se la prima generazione (prodotta in tre esemplari) costava all’incirca 500 mila euro, c’è da aspettarsi qualcosa di simile.

Lanciata in occasione del quinto anno dall’arrivo della Juke, la R 2.0 ha tutte le specifiche tecniche dell’ultima GT-R Nismo: 600 CV sviluppati da due turbocompressori (gli stessi che arrivano dai team Nissan della categoria GT3), 652 Nm di coppia massima, uso massiccio di fibra di carbonio per risparmiare peso e aerodinamica migliorata per garantire ancora più presa sull’asfalto. L’estremizzazione della R si nota dall’esterno, ma soprattutto dall’interno dell’abitacolo con la roll-cage a vista che avvolge il pilota e i sedili sportivi Recaro con la tipica R di colore rosso cucita sui poggiatesta.