Commercializzazione a ottobre del prossimo anno, parola di Sergio Marchionne, che ha fatto il punto sulla situazione

La rinascita dell’Alfa Romeo procede secondo programma ed è lo stesso Sergio Marchionne a confermarlo durante la relazione del secondo quadrimestre agli investitori. Mentre le versioni “normali” della Giulia stanno per essere presentate, lo sviluppo del SUV procede a grandi falcate, con il lancio commerciale previsto nel corso del 2016. La piattaforma è la Giorgio, cioè la stessa della nuova berlina che permette sia la trazione posteriore che quella integrale; l’inizio della produzione in serie è previsto per la metà del prossimo anno, entro il primo semestre se le cose andranno bene, appena dopo l’inizio del secondo se ci sarà qualche ritardo. “Tutto il lavoro di preparazione è stato fatto – ha dichiarato l’ad di FCA – i piani stanno andando avanti come esattamente come previsto”.


Marchionne ha invece mantenuto il più assoluto riserbo sulle dimensioni di quello che a tutti gli effetti sarà il primo SUV della storia Alfa Romeo - la Matta non può considerarsi tale – ma ormai è quasi sicuro che quest’auto sarà una diretta concorrente dell'Audi Q5, della BMW X3 e quindi anche della Porsche Macan. Per vedere i primi esemplari su strada e nelle concessionarie europee bisognerà aspettare settembre o ottobre 2016, mentre il debutto negli Stati Uniti è previsto tre mesi dopo, come model year 2017, quindi. L’ad italo-canadese ha anche spiegato che Alfa Romeo ha già speso due miliardi di euro dei cinque stanziati da FCA per l’operazione rilancio; la somma è stato usata per lo sviluppo della piattaforma Giorgio, per quello dei nuovi motori e per l’inizio della produzione.

Alfa Romeo, ecco il SUV del rilancio

Foto di: Fabio Gemelli