A Detroit l'ad italiano anticipa i prezzi e l'arrivo di V90 e V90 Cross Country. Ecco la nostra intervista

La Volvo S90 arriverà in Italia - e questo si sapeva - e farà la sua comparsa nelle concessionarie del Belpaese a settembre - e questo, per ora, non era ancora certo. Ce lo ha assicurato l'amministratore delegato di Volvo Italia, Michele Crisci, che al Salone di Detroit 2016 ha svelato prezzi e date d'uscita della tre volumi svedese che vuole sfidare le tedesche (qui il nostro confronto dal vivo con la Mercedes Classe E). La nuova S90 avrà un prezzo base di 41.000 euro per la versione "entry-level", quella che monta il diesel D3 da 150 CV, mentre per il D4 da 190 CV ed il D5 da 235 CV si dovranno spendere 55.000 e 56.000 euro. La top di gamma T8 Twin Engine AWD - la versione ibrida plug-in della tre volumi svedese - sarà disponibile al prezzo di 80.000 euro.


Tutte qui le novità? Non proprio. Nella nostra intervista, l'ad italiano ha confemato la presenza della versione station wagon - la V90 - al prossimo Salone di Ginevra, ed anche la sua commercializzazione a settembre, in contemporanea con l'arrivo della S90. Costerà mediamente 2.000-2.500 euro in più rispetto alla versione berlina e sarà accompagnata anche da una versione V90 Cross Country - la declinazione crossover -, che però non dovrebbe arrivare in autunno. Tre versioni che chiudono la fase di rilancio stilistico avviata con la XC-90 e puntano a consolidare i numeri di vendita registrati nel corso del 2015, che ha fatto oltrepassare la soglia delle 500.000 auto vendute alla Casa svedese (16.000 solo in Italia), avvicinando il traguardo delle 800.000 fissato per il 2020.

Volvo, nel 2019 arriva la prima elettrica da 500 km di autonomia

Foto di: Andrea Fiorello