Passaggio di sigle dall'Italia alla Germania, in vista dei nuovi crossover compatti

Audi ha raggiunto un accordo con Fiat Chrysler per poter utilizzare sui futuri modelli tedeschi le sigle Q2 e Q4 che fino ad ora erano di proprietà di FCA. La notizia, già trapelata con l'arrivo delle prime foto spia dei muletti di Audi Q2 sulla neve, è stata confermata al Salone di Detroit da Rupert Stadler, ad di Audi che ha parlato con Autoblog di qualcosa di simile ad uno scambio di marchi. In questo modo la gamma di SUV e crossover di Ingolstadt potrà estendersi nella sua interezza dalla piccola Q1 del 2018 fino alla futura Q9, con la compatta Q2 che farà la sua comparsa già al prossimo Salone di Ginevra (3-13 marzo 2016). Ricordiamo che i marchi contesi Q2 e Q4, fin quando erano di proprietà FCA, indicavano il differenziale Q2 (meccanico e poi elettronico) dell'Alfa Romeo e la trazione integrale Q4 di Alfa Romeo e Maserati.

Fotogallery: Audi Q2, prime foto spia del SUV compatto