Sul Connect NAV arriva anche l'integrazione con lo smartphone via Apple CarPlay

Sempre più connessi e ad alto tasso tecnologico, i navigatori satellitari sono ormai un accessorio che di "banale" ha ben poco. Le grandi Case fanno a gara a spingere la competizione sui sistemi di infotainment sempre più in là sul piano della connettività e delle funzioni ed ora scende in campo anche DS con il DS Connect NAV, un aggiornamento importante per l'infotainment della Casa francese che si rinnova con mappe 3D a colori, schermo touch da 7" e - soprattutto - comandi vocali. Funzioni che allineano il sistema alla concorrenza ormai agguerrita, ad iniziare dalle novità presentate al CES di Las Vegas 2016 - come il nuovo Uconnect di FCA - e gli assaggi dei mesi scorsi con i sistemi di Opel (che stiamo provano nel Garage di OmniAuto.it) e di Mitsubishi.

 

La prima a montare il sistema è la DS 5, che lo prevede a listino da quest'anno e che per prima darà la possibilità di provare le nuove funzioni avanzate del Connect NAV, rese disponibili attraverso un pacchetto sim/dati (inlcuso per i primi 3 anni, successivamente 60€ ogni 12 mesi) ed integrate nel navigatore. Informazioni su traffico e mobilità tramite il servizio TomTom Traffic, localizzazione di stazioni di servizio, parcheggio e punti di interesse, aggiornamenti sul meteo ed un pacchetto (aggiuntivo) in grado di avvisare su possibili zone a rischio incidenti. Funzioni gestibili tramite il display rinnovato, ma anche con i comandi vocali, in modo simile a quanto offerto da altri competitor, come Ford con il suo SYNC (lo abbiamo provato nella nostra serie Fuori di Tech). Non manca nemmeno l'integrazione dello smartphone, replicato - nelle funzioni compatibili con il sistema - sullo schermo tramite la funzione New Mirror Screen: una tecnologia proprietaria che si poggia su Apple CarPlay e MirrorLink, ma non Android Auto.

DS 5, nuovo infotainment con comandi vocali e mappe 3D