La concept virtuale che debutta a Francoforte è davvero strana e traccia il design per l'erede della Veyron

Il nome promette molto bene, Bugatti Vision Gran Turismo, ma osservando la prima foto ufficiale del concept virtuale che debutterà a Francoforte viene subito da chiedersi: "Da che parte si guarda?" La prima Bugatti specificamente pensata per il videogame Gran Turismo della PlayStation è una sorta di omaggio ai fan della Casa alsaziana, un modo curioso per celebrare la fine produttiva della Veyron e far partire il conto alla rovescia per la nuova hypercar di Molsheim. Anche se dall'immagine della Bugatti Vision Gran Turismo si stenta a crederlo, le sue forme futuribili e stravaganti offrono un'anteprima sulla "nuova forma Bugatti e sul linguaggio stilistico del marchio". La didascalia parla delle prese d'aria NACA come di un "essenziale elemento aerodinamico e una caratteristica iconica" del prototipo virtuale, ma sfidiamo i nostri lettori a capire com'è fatta davvero questa Bugatti "visionaria".


Una seconda occhiata alle forme della Bugatti Vision Gran Turismo aiuta ben poco a capire l'architettura di questa hypercar immaginaria che, per quanto ideata per un videogioco, deve rispondere a tutti i necessari requisiti di guidabilità "virtuale" e avere tutti i dettagli tecnici in ordine. Il responsabile del design Bugatti, Achim Anscheidt, si spinge a dire che la Vision è stata sviluppata per poter affrontare la pista qualora dovesse diventare un veicolo vero. Lo stesso Anscheidt aggiunge poi: "Il DNA del design Bugatti ha ormai raggiunto un un nuovo livello evolutivo e anche se il concept è esasperato e orientato alle massime prestazioni dimostra in modo impressionante la strada stilistica che prenderà il marchio nei prossimi anni".