Basato sulla meccanica EMP2, la stessa della Peugeot 3008, il nuovo modello sarà lungo circa 4,60 metri

Citroen metterà in vendita a inizio 2018 un SUV ispirato alla C-Aircross Concept, prototipo lungo 4,15 metri che anticipa un modello concorrente delle Fiat 500X e Renault Captur. L’auto dovrebbe chiamarsi C3 Aircross e verrà lanciata qualche mese più tardi della C5 Aircross, che vedremo in Europa dopo l’esordio al Salone di Shanghai (21-28 aprile), quando farà la sua prima apparizione in veste definitiva. Solo in quel momento conosceremo i dettagli tecnici e le informazioni sui motori, dopo che le immagini pubblicate su Worldscoop hanno "bruciato" l’attesa nei confronti degli esterni: le fotografie sono apparse online senza il benestare di Citroen, che sperava di mantenerle segrete ancora per qualche giorno.


Ha dimensioni simili alle Hyundai Sante Fe e Nissan X-Trail


La C5 Aircross denota un’evidente somiglianza con il prototipo Aircross Concept, lanciato 2 anni fa proprio al Salone di Shanghai, a cui si rifà in termini di forme e dimensioni esterne: la lunghezza dovrebbe attestarsi intorno a 4,60 metri (il prototipo ne misura 4,58), mentre la fanaleria anteriore su tre livelli, la vetratura laterale assottigliata in prossimità del lunotto e il portellone verticale sono elementi che si ritrovano anche sulle Citroen C3 e C-Aircross Concept, all’insegna di un linguaggio in termini di stile che l’azienda sta "parlando" con tutti i suoi nuovi modelli. Mancano invece gli Airbump, le protezioni in plastica sulla fiancata, ma le appendici sui fascioni e sulle portiere dovrebbero comunque mettere in salvo dai piccoli urti in città.


C'è il Grip Control per i fondi a bassa aderenza


Il SUV adotterà la base costruttiva modulare EMP2, la stessa delle Citroen C4 Picasso e Peugeot 3008. Al momento non è chiaro se verrà proposto un sistema di trazione integrale, non disponibile sulla 3008, ma osservando le immagini è possibile notare il manettino del sistema Grip Control, che permette di migliorare la trazione su fondi a bassa aderenza: a dispetto delle sole due ruote motrici, l’auto si comporta meglio su fango, neve e sabbia. L’interno si caratterizza per lo schermo touch incastonato fra le bocchette e il grosso tunnel fra i sedili, dove si trovano il pomello del cambio, il selettore del Grip Control, il pulsante per l’accensione e altri comandi secondari, a partire da quello per regolare la velocità nelle discese più impegnative.

Citroen C5 Aircross, prime foto del SUV medio