La California concede le autorizzazioni. Prime sperimentazioni con tre Lexus RX 450h

Negli scorsi giorni Apple ha ricevuto le autorizzazioni necessarie per avviare i test su strada delle tecnologie di guida autonoma, frangente su cui è al lavoro dopo lo stop definitivo al progetto della sua auto priva di conducente. La conferma è arrivata dal più recente documento emesso dalla motorizzazione californiana, dove l’azienda di Cupertino appare fra quelle che hanno richiesto le concessioni del programma Autonomous Vehicle Testing, istituito a livello statale per favorire lo sviluppo delle più evolute e sofisticate assistenze di guida. Il progetto coinvolge altre 29 società, incluse Ford, Nissan e Volkswagen, che possono testare un numero di auto prestabilito e devono fornire resoconti periodici sul numero di guai registrati.

In questo caso Apple lavorerà con tre Lexus RX450h del 2015 e sei conducenti autorizzati, che dovranno restare nell’abitacolo per sopperire a eventuali mancanze del software. L’azienda della Mela non ha commentato la notizia, spiegano da Bloomberg, ma una persona interna alla società ha anticipato che i test inizieranno presto. Al momento non è chiaro se Apple stia lavorando su tecnologie da vendere a costruttori o da montare all’interno di una vettura specifica, che l’azienda potrebbe farsi costruire dopo averla sviluppata internamente. Del programma Autonomous Vehicle Testing fanno parte numerose aziende nel ramo dell’elettronica, a partire da Google, oltre a Bosch, Nvidia e alla società cinese che gestisce il motore di ricerca Baidu.