Il traguardo arriva dopo 18 anni dal lancio della Prius. Più di un terzo sono in Giappone

Nelle fasi iniziali di sviluppo della Prius qualcosa andò storto: gli ingegneri, pur non sapendo cosa non funzionasse, non riuscirono a farla muovere al massimo per 500 metri percorsi, dopo 49 giorni di tentativi. Nel 1997 la Prius fu messa in vendita aprendo la strada a tutta la gamma ibrida Toyota e del suo marchio premium Lexus. Dopo 18 anni i veicoli a propulsione alternativa hanno raggiunto quota otto milioni, un traguardo certamente importante per la Casa ma che indica anche come il pubblico stia rispondendo positivamente alle novità degli ultimi anni. Nel dettaglio il mercato giapponese è quello dove l'ibrido Toyota/Lexus si è sviluppato di più con 3.887.800 di esemplari venduti, secondo il Nord America con 2.789.100 unità, terza l'Europa con 930.100 e a quota 441.400 il resto del mondo. Altro dato interessante: l'ultimo milione di ibride Toyota è stato venduto in soli 10 mesi, testimonianza anche in questo caso che la fetta di mercato sta aumentando in maniera considerevole.