Edizione limitata da 50 esemplari e un mostro da 750 CV sotto il cofano

Negli Stati Uniti c'è fame di potenza - ne abbiamo avuto un assaggio al SEMA di Las Vegas - e quando anche le muscle car dure e pure non sono abbastanza, corre spesso in soccorso Shelby con i suoi tuning. Il preparatore americano, che ha da sempre un "debole" per la Ford Mustang, ha rimesso mano alla famosa muscle a stelle e strisce per trasformarla in un mostro di potenza che strizza l'occhio alla storia del motorsport americano. E' la Shelby Terlingua, una versione speciale prodotta per omaggiare il Terlingua Racing Team vincitore della Trans Am Championship del 1967, e se il nome in Italia non dice molto parla a sufficienza la belva sotto il cofano: un 5.0 V8 da ben 750 cavalli.


Un mostro che fa impallidire non solo la versione standard da 435 CV del sovralimentato montato sulla sportiva da cui deriva, la Mustang GT che ha provato Giuliano, ma anche quello da 526 CV della GT350. Sospensioni di tipo coilover, barra antirollio Eibach, semiassi Ford Performance e freni Brembo completano il pacchetto prestazioni, mentre una colata di fibra di carbonio, cerchi da corsa WELD da 20 pollici, una verniciatura gialla brillante e dettagli che strizzano l'occhio al pedigree della squadra motoristica piazzano il trucco giusto, quello da cattiva. La nota dolente? Ne saranno prodotte solo 50 e il prezzo è di 65.999 dollari... oltre - ovviamente - al prezzo della Mustang GT.

Ford Mustang Shelby Terlingua, gialla e con il pedigree