Le ruote si allontanano di 13 cm e lo spazio sui sedili dietro diventa da limousine

Il rischio "vorrei ma non posso" (la Serie 7, si intende) è dietro l'angolo, ma i clienti di riferimento della BMW Serie 5 a passo lungo - i cinesi - non si fanno di questi problemi. Loro, semplicemente, le berline a tre volumi le amano in tutte le configurazioni e più sono lunghe più sono gradite, a prescindere dal segmento di appartenenza e dal motore che c'è sotto il cofano. Non a caso, la Serie 5 LWB (long wheel base) debutta al Salone di Shanghai: con l'asse anteriore e quello posteriore più lontani di 13 cm, per un totale di 3,108 metri.


Una differenza che si fa sentire parecchio, soprattutto da chi conta di più su questo genere di macchine: i passeggeri posteriori, che non solo possono incrociare le gambe, ma le possono anche distendere e, se desiderano, trasformare il sedile in una chaise longue. Dal punto di vista del design, oltre all'ovvietà delle portiere posteriori più lunghe, è da segnalare una nervatura orizzontale aggiuntiva al di sopra dei fari posteriori, che si estende fino al montante C. La BMW Serie 5 a passo lungo verrà costruita dalla joint-venture che la Casa tedesca ha con la cinese Brilliance e verrà venduta esclusivamente su quel mercato, almeno inizialmente.

BMW Serie 5, a Shanghai col passo lungo