A 90 anni dal primo Mondiale la Casa del Biscione festeggia al GP d'Italia con l'intera gamma, 4C compresa

La storia di Alfa Romeo, le glorie del passato e gli attesi successi del prossimo futuro si stanno mettendo in fila come in un raro allineamento di pianeti che sembra di ottimo auspicio. Proprio nel week-end del Gran Premio d'Italia 2015 a Monza cade infatti il 90esimo anniversario del primo titolo mondiale Alfa Romeo, quello conquistato il 6 settembre 1925 con l'Alfa P2 di Brilli-Peri che segna l'inizio di una striscia di cinque Campionati del Mondo di automobilismo. L'altro evento quasi in contemporanea è il debutto di fronte al pubblico internazionale del Salone di Francoforte dell'Alfa Romeo Giulia, auto fondamentale per il rilancio della Casa del Biscione già avviato con 4C e 4C Spider.

Alfa Romeo Giulia, un futuro da corsa?

Per celebrare degnamente tutti questi eventi e per ampliare ulteriormente il già folto e tenace gruppo degli Alfisti la Casa italiana ha deciso di tornare a Monza per il GP di Domenica 6 settembre 2015 con un'area espositiva dedicata all'intera gamma, Giulia compresa. Visto il contesto racing dell'evento è anche possibile iniziare a sognare un futuro agonistico per Giulia, magari proprio in quel DTM che tante soddisfazioni ha dato al brand di FCA. La sportivissima Giulia Quadrifoglio è infatti pronta a fare gli onori di casa per i visitatori che vogliono ammirare da vicino la nuova berlina 3.0 turbo da 510 CV, ma anche la 4C Spider, la MiTo Racer e la nuova Giulietta Sprint Speciale che sarà a giorni negli showroom Alfa; per chi ordina una Giulietta presso lo stand di Monza è anche previsto un bonus di 500 euro per l'acquisto degli optional.

Guida virtuale e glorie del passato

A chi vuole fare una "full immersion" nel piacere di guida è disponibile un visore per la realtà virtuale che porta a bordo della 4C, mentre gli appassionati della tradizione possono ammirare cinque pannelli fotografici dedicati ad altrettante vittorie Alfa Romeo a Monza: Gastone Brilli Peri su "P2" (6 settembre 1925), Giuseppe "Nino" Farina su Alfetta 158 (3 settembre 1950), Andrea de Adamich e Alessandro Arcioni su Giulia TI Super (19 marzo 1965), Andrea de Adamich e Teodoro Zeccoli su Giulia GTA (20 marzo 1966) e Arturo Merzario e Jacques Laffite su 33 TT 12 (20 aprile 1975).