Il 1.5 diesel da 90 CV non tradisce le attese e porta la giapponese al terzo posto nella classifica dell'efficienza

Ormai lo sanno tutti che il motore 1.5 dCi dell'alleanza Renault Nissan è uno dei diesel più efficienti del mercato, soprattutto i tanti che lo usano tutti i giorni sui modelli marchiati Renault, Dacia, Nissan e pure nelle sue evoluzioni firmate Infiniti e Mercedes. Questa volta ho deciso di provare i Consumi Reali del piccolo turbodiesel montato sulla nuova Nissan Micra dCi 90, quinta generazione dell'utilitaria giapponese che sulla carta promette consumi ridottissimi. La rinnovata cinque porte che è lunga esattamente 4 metri e pesa poco più di 1.000 kg non ha certo deluso le promesse e le mie aspettative, dato che nella prova consumi Roma-Forlì sono arrivato a consumare appena 3,35 l/100 km (29,85 km/l) e spendere solo 16 euro sul percorso standard di 360 km. Un simile exploit posiziona la nuova Micra a gasolio al terzo posto assoluto nella mia classifica consumi, dietro alla quasi imbattibile Mazda2, vicinissima alla Citroen C4 Cactus e di un soffio davanti alla Opel Corsa, tutte spinte da motori diesel con cilindrata compresa fra 1,3 e 1,6 litri. Insomma, anche la Micra si avvicina all'ambito traguardo dei 30 km/l, limite che in qualche modo distingue le auto parsimoniose dalle campionesse dei consumi.


Anche se ho dovuto armeggiare un po' più del solito con il cambio a 5 marce per trovare il giusto regime di funzionamento del motore in chiave consumi - colpa forse anche dei pochi chilometri all'attivo - alla fine sono riuscito a trovare la "quadra" dell'efficienza e ad ottenere risultati di altissimo livello. A titolo di esempio possono bastare i 4,0 l/100 km (25 km/l) che ho registrato nell'uso misto urbano/extraurbano, un record di efficienza condiviso con poche altre auto e che fa il paio con i 5,6 l/100 km (17,8 km/l) nel viavai di auto al centro di Roma. Poco lontano dal limite del primato è anche il consumo autostradale della Micra 1.5 dCi 90, pari a 4,8 l/100 km (20,8 km/l), così come i 2,8 l/100 km (35,7 km/l) nella prova limite dell'economy run. A parte i consumi bassissimi, confermati anche dalla media di 4,1 l/100 km (24,4 km/l) segnati dal computer di bordo alla fine degli oltre 1.000 km di prova, posso testimoniare la discreta qualità costruttiva della nuova Micra, soprattutto a livello di posto guida, strumentazione e comandi climatizzazione e infotainment. Meno convincente mi è sembrato invece il livello di alcune finiture interne, l'assenza dei vetri elettrici posteriori, la presenza di una sola maniglia sul cielo (l'anteriore destra) e la capacità di assorbire le buche stradali che può essere migliorata. La versione Tekna provata con interni in pelle, colore metallizzato e altri utili optional costa poco più di 22.000 euro.


Dati


Vettura: Nissan Micra dCi 90 Tekna
Listino base: 19.800 euro
Data prova: 21/04/2017
Meteo: Sereno, 17°
Prezzo carburante: 1,328 euro/l (Diesel)
Km del test: 1.032
Km totali all'inizio del test: 1.574
Velocità media nel tratto Roma-Forlì: 80 km/h
Pneumatici: Bridgestone Turanza T005 - 205/45 R17 84V (Etichetta UE: E, A, 71 dB)


Consumi


Media "reale": 3,35 l/100 km (29,85 km/l)
Computer di bordo: 3,5 l/100 km
Alla pompa: 3,2 l/100 km
Scopri le modalità e i criteri della prova di consumo


Conti in tasca


Spesa "reale": 16,02 euro
Spesa mensile: 35,59 euro (800 km al mese)
Quanto fa con 20 euro: 450 km
Quanto fa con un pieno: 1.224 km
Scopri le modalità e i criteri della prova di consumo


La prova Roma-Forlì ha anche la sua classifica aggiornata dei consumi. Datele un'occhiata e troverete molte sorprese.

Nissan Micra, il 1.0 è anche per i neopatentati