Il motore è quello da competizione della RC213V MotoGP, modificato per andare su strade normali

Non solo auto, ma anche moto, barche e… tagliaerba da record. Honda si occupa di tutto questo e per sottolinearlo presenta al Salone di Francoforte il progetto vincitore del concorso "Global Design Project": il Project 2&4 powered by RC213V. Il suo “cuore pulsante” è un motore da competizione della RC213V MotoGP modificato per circolare su strade aperte al traffico, si tratta di un V4 da 999 cc a quattro tempi che eroga la potenza massima di 215 CV a 13.000 giri/min. La coppia massima è di oltre 118 Nm a 10.500 giri/min ed il cambio è a sei rapporti a doppia frizione (DCT, Dual Clutch Transmission). Il 2&4 powered by RC213V è quindi un vero e proprio omaggio al mondo delle auto e a quello delle moto al tempo stesso.


Lungo 3,040 metri, largo 1,82 m ed alto 995 m, l'Honda Project 2&4 powered by RC213V pesa appena 405 kg anche perché, come una moto, ha una struttura che lascia in vista il telaio e le parti funzionanti. Inoltre la posizione centrale del motore - ispirata alla leggendaria Honda RA272 del 1965 - gli garantisce la massimizzazione della potenza. Un escamotage che, unitamente al baricentro basso, garantisce livelli di reattività particolarmente elevati; tutte doti che nel design sono espresse, ad esempio, tramite il "sedile sospeso" che posiziona il conducente il più vicino possibile all’azione, evocando la libertà di una moto...

Honda Project 2&4, l’auto che è come una moto

Foto di: Eleonora Lilli