Il nuovo SUV compatto cresce andando a scuola di Kodiaq. In vendita nella seconda metà del 2017

Addio Yeti, benvenuta Karoq! Il nuovo SUV compatto di Skoda abbandona lo storico nome che tanto aveva fatto per rinnovare offerta e immagine della Casa ceca adottando il rinnovato standard di nomenclatura che vede la K all'inizio e la Q alla fine, proprio come la Kodiaq. La scelta è in qualche modo coraggiosa e inattesa, ma di certo serve a rinnovare l'immagine dello Sport Utility che si ispira nello stile e nel nome alla sorella maggiore, ma anche alla Superb che rispecchia il nuovo design della Casa ceca. Anche la lunghezza di 4,38 metri è superiore a quella dell'uscente Yeti e nettamente inferiore ai 4,70 metri della Kodiak per confermare che anche un SUV compatto può offrire la versatilità e la praticità di utilizzo di quelli più grandi. Il prossimo 18 maggio ne scopriremo le forme durante la presentazione ufficiale a Stoccolma, in attesa del lancio commerciale dopo l'estate, ma per il momento dobbiamo accontentarci delle foto ufficiali dei prototipi camuffati e di tutti i dettagli tecnici che trovate qui sotto.


Cinque motori e sedili estraibili


Come la citata sorella maggiore, la Seat Ateca e la Volkswagen Tiguan, anche la Skoda Karoq è basata sulla piattaforma modulare MQB, è lunga 4.382 mm, larga 1.811 mm e alta 1.605 mm, con un passo di 2.638 mm (2.630 mm la 4x4), misure che garantiscono una buona abitabilità interna e ampio spazio di carico. La Casa ceca dichiara infatti per Karoq una capacità di 521 litri per il bagagliaio che arriva a 1.603 litri abbattendo i sedili e addirittura a 1.810 litri rimuovendo completamente la seconda fila di sedili come già si poteva fare su Yeti. A livello di motori si segnala presenza di cinque diverse unità, due a benzina e tre Diesel: si parte con il 1.0 TSI 115 CV e si passa al 1.5 TSI da 150 CV con disattivazione cilindri per arrivare al 1.6 TDI 115 CV e alle due varianti del 2.0 TDI, con 150 e 190 CV. Tutte le motorizzazioni, esclusa solo la 2.0 TDI 190 CV che ha DSG e trazione integrale, possono essere dotate di cambio manuale 6 marce o DSG 7 marce. A partire dalla versione Ambition si può avere anche la regolazione della modalità di guida Normal, Sport, Eco, Individual e Snow, con la Off-road destinata solo alle 4x4.


Prima Skoda con strumentazione digitale


Disponibile per la prima volta su un modello Skoda, debutta sulla nuova Karoq il quadro strumenti digitale e configurabile, mentre i fari full LED sono a richiesta a partire dall'allestimento Ambition. Le luci d'ambiente interne sono anche loro a LED come i gruppi ottici posteriori. Fra i tanti sistemi di sicurezza e gli ausili alla guida disponibili su Skoda Karoq ci sono il cruise control adattivo, il Front Assist con frenata d'emergenza in città e rilevamento pedoni, l'allerta angolo cieco, il Lane Assist e il riconoscimento dei segnali stradali. A livello di infotainment si segnalano invece i controlli gestuali, i servizi di assistenza remota Care Connect e il navigatore top di gamma Columbus con schermo da 9,2" e la possibilità di usare i gesti per comandarlo.



Skoda Karoq, il video ufficiale




Skoda mostra in anticipo la Karoq, il nuovo SUV compatto che prende il posto della Yeti.

Skoda Karoq, ecco il nome del nuovo SUV compatto

Foto di: Fabio Gemelli