Si basa sulla Leon Cupra 290, ha trazione 4x4, carrozzeria coupé e look offroad

Cattiva come solo una Leon Cupra sa essere, affascinante come una coupé, versatile come una 4x4 rialzata: al Salone di Francoforte Seat stupisce con la Cross Sport Show Car. Un progetto che, come dice il nome, per il momento è solo un'ipotesi di quali forme potrebbe assumere un futuro crossover Seat e quali caratteristiche saprebbe offrire. Nelle parole del marketing della Casa spagnola, si tratta di: "Un atleta in scarpe da trekking hi-tech". Chiaro no?


Prestazioni senza restrizioni


Definizioni a parte, la Cross Sport trae origine dalla recentissima Cupra 290, alzando ulteriormente l'asticella: i CV erogati da 2.0 turbo a quattro cilindri sono 300 (con 380 Nm di coppia) e, grazie anche all'efficacia della trazione integrale nel "mettere giù" potenza, lo 0-100 km/h viene divorato in soli 4,9 secondi. Il bello è che tanta cattiveria è sfruttabile anche sui fondi accidentati o comunque a bassa aderenza: il merito è dell'altezza da terra aumentata di 41 millimetri rispetto a quella della Leon "normale". Matthias Rabe, vice presidente per la ricerca e lo sviluppo in casa Seat, afferma: "Le prestazioni hanno molte sfaccettature, per noi. Con la Cross Sport puntiamo a espandere le possibilità di una Cupra, che deve poter essere utilizzata senza restrizioni (quasi) ovunque, se lo si desidera".


La Cross Sport ispirerà lo stile delle Seat di domani


L'idea di proporre una SUV (o crossover che dir si voglia) a tre porte non è certo nuova, ma nemmeno molto comune, anzi: l'auto di questo genere più nota è la Range Rover Evoque, rispetto alla quale la concept della Seat si posizionerebbe uno o due gradini più sotto; il condizionale è d'obbligo, visto che il futuro della Cross Sport non è ancora stato deciso. In ogni caso, la base di partenza è la Leon SC (la tre porte, appunto), rialzata di 41 mm e con cerchi da 19". A caratterizzare il concept sono inoltre i grossi passaruota e le griglie a maglie larghe tipiche di ogni Cupra, insiema alla vistosa tinta arancione "ultra-orange". In ogni caso, sia che la Cross Sport si farà sia che rimanga solo un'idea, alcuni suoi spunti stilistici daranno forma alle Seat di domani.


Dentro, la connettività viene prima di tutto. Poi lo stile


Altro tema molto caro agli uomini Seat è quello della connettività: la tecnologia che permette di interfacciarsi col web è la stessa - avanzata - già proposta sulle Leon di serie, mentre per quello che riguarda l'abitacolo in Seat dicono di aver preso spunto dal colore del sole visto da Barcellona. Ecco dunque la pelle che si combina con l'Alcantara arancione, mentre l'abitacolo studiato attorno al guidatore aiuta a concentrarsi totalmente sulla strada.

Seat Leon Cross Sport, la Cupra si alza

Foto di: Fabio Gemelli