Cattiva dentro e (a scelta) anche fuori, ma solo nel look: così la MPV tedesca si rinfresca il trucco

Vita dura, quella delle MPV, negli ultimi anni: sempre più messe nell'angolo da SUV e crossover, faticano a togliersi di dosso quell'aria "polverosa" che l'automobilista medio ha ormai attribuito loro. Ma la Golf Sportsvan non ci sta e si sceglie un vestito "provocante" griffato R-Line. Il cliente può scegliere tra un pacchetto che interessa solo la carrozzeria (1.105 euro, in Germania) e uno che invece comprende anche dettagli racing per l'abitacolo (1.800 euro, sempre sul mercato tedesco).


Nello specifico, la carrozzeria della Sportsvan R-Line si arricchisce di paraurti ridisegnati e di minigonne laterali, di prese d'aria maggiorate (anche se il motore non guadagna CV) e di logo R-Line nella griglia del radiatore e sulla fiancata. A incattivire l'aspetto provvedono inoltre le luci posteriori brunite, i mancorrenti sul tetto anodizzati e cerchi in lega dal design specifico e dal diametro di 17 o 18". Spendendo 695 euro in più, si ottengono anche i sedili avvolgenti con rivestimenti in microfibra, lo sterzo (con comandi) rivestito in pelle e con logo R-Line, oltre agli inserti Black Lady Grey e ai pannelli porta con dettagli in alluminio. Non poteva mancare, infine, la pedaliera in metallo.