Le modifiche sono leggere, ma migliorano sia il look sia la funzionalità

La Ypsilon si è messa a dieta. No, nessuna rivoluzione progettuale. Materiali nobili come l'alluminio e il carbonio non fanno ancora parte dello scheletro della piccola di Casa Lancia. La leggerezza è tutta nel look del frontale, ora meno carico di prima di cornici e cromature, a tutto vantaggio dell'eleganza del design, come del resto si richiede a una Lancia. Non ci sono modifiche invece alla fiancata e al posteriore, caratterizzato come sempre dai fari a Y rovesciata. Invariate anche le dimensioni esterne.


Nell'abitacolo troviamo invece le modifiche più importanti e sostanziali. L'impostazione è sempre la stessa - e ci mancherebbe altro, visto che si tratta solo di un restyling - dunque con la strumentazione al centro (questa è una caratteristica che accomuna tutte le Lancia Y fin dalla nascita del modello), ma il sistema di infotainment è stato oggetto di importanti aggiornamenti, con l'implementazione del sistema U-Connect utilizzato ormai su quasi tutte le vetture del Gruppo FCA. E' stato inoltre cambiato il pomello del cambio, ora dotato di un'impugnatura più ergonomica, mentre fra i sedili sono stati ricavati portaoggetti più capienti. Insomma, se la si guarda distrattamente, la Ypsilon sembra la stessa di prima; in realtà le modifiche ci sono e ne fanno un'auto più matura e completa.

Fotogallery: Lancia Ypsilon, restyling di "fino" [VIDEO]