Battuta la concorrenza dell'Audi Q5 e della Mitsubishi Outlander, con 138.000 unità vendute

Come si fa a vendere più di tutte le concorrenti nel proprio segmento di appartenenza, con un'auto non più freschissima? Per avere la risposta bisogna chiedere in casa Volvo, che evidentemente nel 2008 ha creato un prodotto di grande qualità. Stiamo parlando della XC60 che, dopo essere stata aggiornata nel 2013, ha continuato a trovare sempre più clienti, fino a risultare nel 2015 il SUV di medie dimensioni più venduto in Europa, battendo la concorrenza blasonata dell'Audi Q5 e quella pragmatica dall'alto rapporto qualità/prezzo della Mitsubishi Outlander. La XC60, peraltro, è il modello Volvo che vende di più di tutti gli altri, confermando la bontà di un progetto globale, che è stato pensato anche per il mercato americano e quello cinese. Dal 2008 a oggi, infatti, ne sono stati venduti ben 750.000 unità e il totale di ogni anno è cresciuto rispetto a quello precedente.


Se il 2008 si può considerare un anno di rodaggio (6.954 pezzi venduti), nel 2009, cioè il primo anno completo, la XC60 aveva già trovato 61.667 clienti, che sono saliti a 80.723 nel 2010 e a 97.183 nel 2011. Nel 2012 è stata superata la soglia delle 100.000 unità, arrivando a 106.203, cifra che nel 2013 è salita a 114.000 e nel 2014 si è assestata a 136.993, prima di arrivare al record del 2015 con 159.617 pezzi venduti globalmente. Tornando all'Europa, che rappresenta oltre i 50% del fatturato Volvo, la XC60 si è comportata molto bene anche in mercati strategici come la Germania, la Gran Bretagna e la Francia. Quanto agli altri SUV di dimensioni diverse, a vincere le rispettive categorie di mercato sono stati la Renault Captur (seguita da Opel Mokka e Peugeot 2008), la Nissan Qashqai (che ha battuto la Volkswagen Tiguan e la Kia Sportage) e la BMW X5 (seguita dalla Range Rover Sport e dalla Volkswagen Touareg).

Volvo XC60 restyling

Foto di: Fabio Gemelli