In Svizzera c'è da rifarsi gli occhi grazie alla McLaren Special Operations

McLaren vuole fare le cose in grande e al Salone di Ginevra 2016 allestisce lo stand più ricco della sua storia. C'è tutta la gamma, ma gli occhi sono puntati sulla versione “estrema” della 375 P1 stradale, ormai uscita di produzione, e sulla nuova 675 LT Spider, un’edizione limitata a soli 500 esemplari. Entrambe dotate di scarichi in oro puro, un omaggio alla McLaren F1.


L’omaggio alla P1


Realizzata dalla MSO, McLaren Special Operations, l’omaggio alla P1 è stato realizzato completamente in fibra di carbonio con trama interamente a vista, una finitura disponibile per i clienti ma fino ad ora mai esposta in modo ufficiale. Per la kermesse svizzera la divisione MSO ha allestito una speciale versione del modello britannico caratterizzato dalla colorazione blu, dalla finitura in nero lucido dei cerchi e da un restyling degli interni, realizzati in nero-fumo Alcantara con cuciture blu.


Solo 500 esemplari per la speciale Long Tail


In Svizzera c’è anche la McLaren 675LT Spider che si presenta in un “abito” Ceramic Grey ben abbinato alle nuove componenti in fibra di carbonio, visibili in particolar modo sulle minigonne, le prese laterali e sui paraurti, mentre all’interno dell’abitacolo domina l’alcantara nera utilizzata sui sedili da competizione. La McLaren Special Operations ha deciso di rifinire in oro anche gli scarichi in titanio della nuova 675LT Spider, un ulteriore omaggio alla McLaren F1. Come detto, il motore è sempre lui, il V8 twin-turbo da 3,8 litri capace di produrre 666 CV e 700 Nm di coppia. Tutte cifre che consentono alla nuova McLaren 675LT Spider di accelerare da 0 a 100 km/h in 2.9 secondi e da 0 a 200km/h in 8.1 secondi, raggiungendo una velocità massima di 326 km/h.

McLaren, scarichi in oro 24k per la 675 LT Spider e la P1 MSO