Il nostro gamer Frax ha commesso errori e sbavature per diventare un asso del volante. Ma ora lo è per davvero, non più solo nella finzione

Alcuni dicono che le grandi imprese sono fatte anche di cadute rovinose. Il nostro gamer Frax non ha tradito questa regola (purtroppo per lui…) e ha dovuto rialzarsi spesso per ambire alla Ford Mustang, l’auto più veloce e impegnativa fra quelle a disposizione presso la Ford Driving University, la scuola di pilotaggio riservata dalla Ford a chi acquista una vettura delle linee sportive ST, RS e Mustang. Frax ha commesso errori dovuti all’inesperienza e allo scarso feeling con la pista, ma insieme al maestro Giuliano ha maturato le capacità per guidare in circuito modelli a trazione anteriore, integrale o posteriore, diventando così un vero Pilota Kid e imparando i trucchi principali della guida sportiva.


Nel video di backstage ripercorriamo alcune “cadute” di Frax e quello che nasconde un’impresa tanto ambiziosa, iniziata dopo la bruciante sconfitta del nostro gamer nel corso di una simulazione di guida e finita con la sua esperienza al volante della Mustang, vettura che lo ha reso un pilota anche nella realtà e non solo per finzione. Frax si è laureato alla Ford Driving University e l'esperienza è continuata ai Motor1Days, dove tutti i partecipanti hanno potuto assistere alle lezioni teoriche di un'ora tenute dall'istruttore della Ford Driving University Lorenzo Marini e fare gli hot lap in pista con i tester di OmniAuto.it (Giuliano compreso) e le auto protagoniste della serie: Ford Focus ST, Focus RS e Mustang.

Pilota Kid, il dietro le quinte dei video