La quarta serie è andata a scuola di Espace e Captur prima di debuttare a Ginevra

Le monovolume si trasformano e si rinnovano, ma non spariscono dal panorama automobilistico, come dimostra anche il debutto della nuova Renault Scenic a Ginevra. La quarta generazione della MPV compatta francese sarà mostrata al pubblico il 1° marzo, ma intanto la Casa della Losanga solletica l'interesse del pubblico mostrando due foto ufficiali che ne confermano la derivazione stilistica dalla nuova Espace. Per la prima volta si può infatti notare un parabrezza panoramico diviso in tre parti, con ampi cristalli triangolari che raccordano il parabrezza con le portiere anteriori. Evidente è anche la mano di Laurens van den Acker, il designer che negli ultimi anni ha rinnovato il look della gamma Renault, soprattutto con Clio e la nuova Megane che condivide con questa Scenic l'architettura modulare CMF-C.


L'intento dichiarato della nuova Renault Scenic è quello di "rivitalizzare il segmento delle MPV" con uno stile dinamico che sfiora quello delle ultime crossover francesi come la Captur e la Kadjar. Per questo motivo rispetto all'attuale Scenic è stata aumentata la luce da terra e ridotto lo sbalzo posteriore, mentre le carreggiate più larghe offrono un'immagine "particolarmente solida". Evidente è anche la nuova firma luminosa a C dei fari anteriori, ora dotati di tecnologia LED Pure Vision. I cerchi in lega bicolore da 20" visibili in queste prime immagini aggiungono sportività all'insieme, così come la vernice metallizzata che ricorda la R-Space concept. Da questa deriva anche la forma ondulata della linea di cintura, così come la sporgente nervatura sotto le fiancate e, in parte, la verniciatura bicolore che divide il padiglione dal resto della carrozzeria.

Nuova Renault Scenic, le prime foto

Foto di: Fabio Gemelli