C'è chi giura che a Stoccarda starebbero lavorando a una rivale di Bentayga e Urus

Tutto ciò, probabilmente, sarebbe stato troppo persino per Marco Ranzani e la sua "umile" Porsche Cayenne Turbo: una Bentley Bentayga e una Lamborghini SUV, alle quali pare che Mercedes stia preparando un'alternativa altrettanto esagerata. Di sicuro, i rispettivi fondatori delle prime due aziende - Walter Owen Bentley e Ferruccio Lamborghini - non godranno in santa pace del loro eterno riposo: cosa sta accadendo alle aziende da loro fondate? Nulla di strano: si tratta di imprese che devono rispondere a degli azionisti, quindi prima del cuore vengono i numeri, intesi come volumi di vendita, quindi fatturato e margini di guadagno. A dimostrazione che Bentley Bentayga e Lamborghini Urus non siano deliri di onnipotenza del Gruppo Volkswagen ma frutto di una strategia ben precisa, c'è la risposta della Mercedes.


O meglio, a Stoccarda non hanno ancora deciso nulla di concreto, ma il responsabile dello sviluppo delle SUV per la Mercedes - Andreas Zygan - ha affermato che lui e il suo team non hanno preclusioni e che se questa nicchia (piccola ma potenzialmente molto redditizia) dovesse continuare a dare segnali di crescita come ne sta già dando, beh, rimanerne fuori non avrebbe senso. Di più: il capo delle vendite Mercedes in USA, Steve Cannon, ha testualmente affermato che una super SUV sarebbe una scelta naturale; ovviamente, lui e i suoi omologhi in Cina e in qualche emirato arabo vedrebbero come una manna dal cielo una tale vettura a listino, dati i gusti e le possibilità economiche di alcuni clienti sui loro mercati. A supporto della sua tesi, Cannon ha portato l'argomentazione che la maggior parte delle GL vendute negli Stati Uniti sono con motorizzazioni top di gamma e full-optional, per un valore che supera i 125.000 dollari (circa 110 mila euro) in media.

Bentley Bentayga, a Milano in prima linea per il nuovo store