A Ginevra debutta una versione speciale caratterizzata da un'estetica più elegante

Se la Citroen C4 Cactus vi è sempre sembrata un po' troppo sbarazzina, con i suoi colori sgargianti e gli abbinamenti cromatici contrastanti, al Salone di Ginevra 2016 c'è una nuova versione che potrebbe fare al caso vostro. Si chiama C4 Cactus W e viene definita da Citroen come “urban iconic”, una descrizione che spiega lo spirito di questa interpretazione, che può anche essere personalizzata in vari modi. La caratteristica principale della Cactus W, comunque, è quella di avere una livrea monocolore. Il concetto di tinta unita, però, va sempre calibrato su un'auto particolare come la Cactus e quindi non si tratta proprio di una tonalità unica. Gli airbump, l'elemento forse più caratteristico della compatta Citroen, si presentano quindi in una colorazione tono su tono. La tonalità si chiama “Dune”, cioè color sabbia, e si lega perfettamente con il bianco - Pearl White - della carrozzeria.


Un po' di nero, certo, rimane, ma è soltanto quello utilizzato per proteggere la parte bassa della scocca e i passaruota. Nella stessa tinta, inoltre, sono realizzati il montante del parabrezza e anche una parte di quello posteriore, di modo da creare l'effetto del tetto “sospeso”. I cerchi in lega, poi, sono da 17 pollici e sempre di colore bianco, così come l'adesivo della fiancata posteriore, i retrovisori e le barre sul tetto. All'interno, invece, ci sono i rivestimenti in pelle e tessuto Black per i sedili, che sono anche riscaldati, mentre le cinghiette in pelle delle maniglie delle portiere e le parti in metallo del vano di contenimento superiore della plancia richiamano la valigeria di lusso. Quanto alle motorizzazioni, infine, la Citroen C4 Cactus W è disponibile con il 1.2 PureTech, sia l'aspirato da 82 CV che il turbo da 110 CV e con il 1.6 BlueHDi da 100 CV.

Citroen C4 Cactus W, con il bianco diventa chic