Si tratta delle vetture non più a listino ancora disponibili nei piazzali dei concessionari

Volkswagen Group Italia ha comunicato ai concessionari di tutti i marchi del Gruppo (Volkswagen, Audi, Seat e Skoda) di non vendere e/o consegnare ai propri clienti esemplari di modelli dotati del motore 2.0 TDI Euro 5 incriminato dal Dieselgate (EA 189). Nella nota, firmata dall’AD della filiale italiana del Gruppo Massimo Nordio, è specificato che si tratta di una “misura precauzionale” ed è bene precisare, contrariamente a quanto riportato da alcuni quotidiani che parlano genericamente di “Blocco di vendite Volkswagen”, che si tratta di un numero esiguo di vetture omologate Euro 5 ancora in stock, ovvero di modelli usciti dai listini diversi mesi fa che non sono stati ancora venduti. E’ probabile che le auto in questione saranno "sbloccate" una volta aggiornate e quindi conformi alla normativa di omologazione. Non c’è alcun problema, invece, per i nuovi modelli dotati sempre del 2.0 TDI omologato Euro 6. Ricordiamo, infine, che la lista dei modelli dotati del motore EA 189 è stata ufficializzata solo per il marchio Volkwagen e la trovate in questo articolo. I modelli a marchio Audi, Seat e Skoda saranno comunicati nelle prossime ore.

Dieselgate, nuove irregolarità in Germania