La nota è stringata per chiarire in modo semplice la posizione dell’azienda

Una breve introduzione e poi tre punti che in poche parole spiegano ai concessionari qual è la posizione ufficiale di Chrysler Automobiles nell'ambito della vicenda che tutti conosciamo come Dieselgate, uno scandalo che ha travolto Volkswagen, ma a catena l’intera industria dell’auto. Di seguito ecco cosa è stato comunicato:


1# FCA non è nella posizione di commentare il Dieselgate e non intende farlo perché è una faccenda che riguarda un altro costruttore, per di più c’è un’indagine in corso da parte delle autorità competenti e molti dettagli sono ancora oscuri.


2# Riguardo ai modelli diesel FCA: è stato confermato che FCA Italia soddisfa pianamente gli standard richiesti dai test sulle emissioni inquinanti e sui cicli di omologazione.


3# A proposito della differenza tra i test sulle emissioni in laboratorio e quelli effettuati nelle reali condizioni di guida su strada FCA ricorda che la Commissione Europea sta lavorando a nuovi standard e procedure di omologazione (Euro 6) per assicurarsi che le prove corrispondano il più possibile alla realtà. “FCA Italia offre la massima disponibilità in questo senso con l’obiettivo di fare chiarezza per il bene dei clienti e dell’industria”.

Dieselgate, nuove irregolarità in Germania

Foto di: Fabio Gemelli