Le due aziende raccoglieranno i dati insieme per la sicurezza stradale

In Svezia l’auto che guida da sola sta facendo passi da gigante. Come vi abbiamo già raccontato Volvo ha già affidato a 100 automobilisti comuni altrettante XC90 per la sperimentazione su strada di questa nuova tecnologia. Adesso, visto che l’obiettivo del costruttore svedese è di azzerare gli incidenti mortali sulle sue vetture entro il 2020, ha firmato un accordo con la Autoliv - azienda leader nella fornitura alle case auto di dispositivi dedicati alla sicurezza - per condividere il progetto Drive Me ed i suoi dati raccolti sul campo. Drive Me è il più grande progetto dedicato alla guida autonoma nel mondo e vede anche il coinvolgimento delle amministrazioni pubbliche svedesi nonché le Università.


E non è la prima volta. Volvo, insieme a pochi altri costruttori, è pioniera in questo campo. Nel 2011 ci sono stati i primi test su strada di convogli a guida autonoma (era il progetto SARTRE) con l’obiettivo di snellire i flussi di traffico ed assicurare più confort ai conducenti. Adesso è la volta delle auto che guidano da sole e che dovrebbero essere commercializzate a partire dal 2020.

Volvo Drive Me, la guida autonoma adesso la provano gli automobilisti comuni

Foto di: Sergio Chierici