Primo contatto ravvicinato con l’ultima nata ad Ingolstadt, su cui siamo anche saliti a bordo

L’offensiva dei SUV del Gruppo tedesco è chiara: Seat e Audi hanno già pronte le loro carte, con la Ateca (qui il video live) e la Q2, mentre Volkswagen e Skoda hanno anticipato la propria mossa con le concept T-Cross Breeze (qui il video live) e VisionS (qui il video live). Guardando da vicino la Audi Q2 abbiamo notato che il faro posteriore ricorda molto la prima A3 (ovviamente con uno stile più squadrato) mentre all’anteriore, dove spicca la calandra molto grande, il frontale ha uno stile marcatamente Audi. La principale caratteristica estetica della Q2 è però il montante di colore diverso rispetto alla carrozzeria.


A bordo lo spazio per le gambe c’è, ma chi è più alto della media rischia di sfiorare il tetto. La plancia è tipicamente Audi, realizzata con materiali morbidi e di alta qualità percepita, mentre la strumentazione è quella digitale che già ci aveva convinto sulla TT. Il sistema di infotainment ha il sistema a scomparsa e si comanda dal rotore nel tunnel centrale. Il bagagliaio ha una capacità variabile da 405 a 1.050 litri e i motori a benzina e gasolio partono dal 1.0 TFSI da 116 CV e arrivano fino al 2.0 TDI da 190 CV, anche con cambio DSG a doppia frizione. Per i prezzi però bisogna aspettare, la Q2 sarà in vendita dal prossimo autunno.

Audi Q2, a tu per tu con il SUV di lusso [VIDEO]

Foto di: Eleonora Lilli