L'utilitaria cambierà nel 2017 dopo quattro anni di carriera. Arriverà anche quella sportiveggiante?

Chi acquista una BMW sa di non doversi preoccupare del tradizionale aggiornamento di metà carriera, ovvero delle modifiche studiate per rinfrescare un modello quando è in vendita da 3 o 4 anni. In molti casi l’aggiornamento è talmente corposo da stravolgere la carrozzeria e farla invecchiare di colpo. La casa tedesca si muove però secondo una logica non usuale fra gli altri costruttori, concentrando le novità in poche zone della carrozzeria e rinfrescando alcuni dettagli senza modificare quelli principali (il fascione, la mascherina o le luci) in maniera troppo drastica. Questa filosofia non verrà tradita con la i3, la piccola elettrica in vendita dal 2013, disponibile in opzione con un motore a benzina da 650 cc per chi intende guidarla anche fuori città.


Nuove luci a led nel fascione


La rinnovata i3 verrà mostrata entro fine 2017 e cambierà soprattutto all’anteriore, come visibile dalla nostra ricostruzione grafica, che abbiamo realizzato basandoci sulle informazioni trapelate finora e sulle fotografie degli esemplari di test. L’elettrica riceverà nuove ottiche interne dei fanali e una serie di accorgimenti per il fascione anteriore, che perderà le luci circolari in favore di un più moderno e tecnologico “labbro” a led. Nuovi saranno anche i profili a riparo delle luci sul fascione e la parte bassa del paraurti, più lineare e pulita rispetto a quella odierna. La BMW i3 cambierà in maniera ancor più impercettibile al posteriore, dove sarà aggiornato solo il fascione. L’aggiornamento dovrebbe portare all’esordio nuovi cerchi, colori inditi e qualche miglioria nell’abitacolo, a partire dal sistema multimediale.


Arriva la versione sportiveggiante S?


I tecnici della BMW quasi sicuramente non interverranno sulle batterie, aggiornate pochi mesi fa con l’obiettivo di migliorare le percorrenze: l’amperaggio è cresciuto da 60 Ah a 94 Ah e l’autonomia dichiarata ha raggiunto i 300 chilometri, quando prima non oltrepassava i 190. L’unica novità al di fuori dell’estetica sta nel probabile arrivo di una versione sportiveggiante, chiamata S, diversa rispetto alle normali BMW i3 per via di alcuni particolari esterni più accattivanti, di pneumatici maggiorati e dell’assetto ribassato: questo modello, secondo voci provenienti dalla Germania, andrebbe a colmare le richieste di quelle persone che desiderano un comportamento su strada più incisivo, nonostante la i3 sia un modello privo di velleità e riservato alla guida di tutti i giorni.

BMW i3, l'aggiornamento che non si vede