2.0 turbo da 330 CV e aerodinamica estrema per la compatta studiata per le gare

Le gare del campionato turismo (come il WTCC ad esempio) hanno un certo fascino, soprattutto perché le auto in corsa sono grosso modo le stesse che abbiamo la possibilità di guidare anche noi ogni giorno. In questo caso però Opel ha adattato la nuova Astra presentata a Francoforte per poter correre nel campionato Touring Car Racing (TCR). Un investimento importante per una serie nata appena l'anno scorso ma che ha già avuto molta attenzione tra i costruttori. Addio quindi alla GTC (tre porte), la nuova Astra TCR ha la carrozzeria a cinque porte.


Sotto il cofano della Astra TCR ci sarà il 2.0 turbo con circa 330 CV e potremo vederla dal vivo il 15 ottobre alla presentazione ufficiale sul Circuito belga Jules Tacheny. Questa Opel Astra, rispondendo alle specifiche TCR, potrà partecipare sia alle serie nazionali sia a quelle continentali e alle competizioni come la 24 Ore del Nürburgring. Dalle bozze ufficiali spiccano subito il grande alettone posteriore e anteriore, così come l'estrattore - che ospita il doppio scarico - e le prese d'aria sul cofano e dietro ai passaruota anteriori per una massima efficienza aerodinamica.

Opel Astra, ecco quella del TCR