L'evoluzione più estrema della nuova Serie 8 si mostra come prototipo

Ora che BMW ha fatto venire l'acquolina in bocca ai cultori delle grandi coupé sportive con la Serie 8 Concept vista a Villa d'Este, ci mancava solo l'annuncio di un'imminente BMW M8. Non a caso è la stessa Casa bavarese a definirla "la ciliegina sulla torta" e a mostrarla abbondantemente camuffata nel weekend della 24 Ore del Nurburgring parlando di uno sviluppo parallelo e contemporaneo di Serie 8 ed M8. Quello che si nota subito sul muletto di sviluppo e che viene confermato anche da BMW è la presenza di numerosi dettagli tipici "M" come le prese d'aria maggiorate, i freni modificati e l'impianto di scarico sportivo con quattro terminali.


Con l'arrivo della nuova BMW M8 si avvera fra l'altro il sogno di tutti i fan BMW che negli Anni '90 rimasero delusi dalla mancata produzione della prima M8, prototipo V12 da 558 CV basato sulla Serie 8 del 1989 (qui tutta la storia). Nulla è stato ancora svelato sul motore della nuova M8, ma sapendo che utilizzerà parti meccaniche della Serie 7 è possibile ipotizzare la presenza sotto il cofano anteriore del potentissimo V12 biturbo che sulla M760Li sviluppa oggi 609 CV; il lavoro di affinamento dedicato alla M8 potrebbe però raggiungere e superare i 630 CV della sua rivale più diretta, la Mercedes-AMG S 65 Coupé. Al programma della super coupé tedesca si aggiunge poi la BMW M8 GTE da corsa che nel 2018 riporterà la Casa di Monaco alla 24 Ore di Le Mans.

BMW M8, la super coupé è pronta

Foto di: Fabio Gemelli