Mazda MX-5 e Opel Karl si fermano invece a quattro

E' appena nata, ma è già pronta per la strada, almeno secondo Euro NCAP. La nuova Hyundai Tucson, nei concessionari italiani da poche settimane, si è portata a casa le cinque stelle del crash test europeo sulla sicurezza, il massimo raggiungibile, che posiziona l'ultimo SUV compatto coreano ai massimi livelli della categoria. Un risultato molto diverso da quello registrato - sempre da Euro NCAP - dal modello precedente nell'ormai lontano 2006, quando la vecchia Tucson aveva ottenuto quattro stelle per i passeggeri, tre per i bambini a bordo e solamente una per quanto riguarda la sicurezza dei pedoni. Storia diversa con il modello del 2015 che invece segna l'86% per gli adulti, 85% per i più piccoli e ben 71% per i passanti, aggiungendo un punteggio del 71% per quanto riguarda i sistemi di assistenza; risultati che non tengono conto del sistema AEB di frenata autonoma d'emergenza montato come optional a bordo della nuova Tucson.


Alla prova del crash test Euro NCAP sono state sottoposte altre due vetture: la Mazda MX-5 e la Opel Karl. Entrambe hanno portato a casa "solamente" quattro stelle su cinque, penalizzate da aspetti differenti. La roadster nipponica ha dovuto diplomarsi senza il pieno dei voti per colpa dell'assenza di sistemi di sicurezza attiva come l'AEB del Tucson, anche se ha eccelso nella protezione passiva dei pedoni; la city car tedesca al contrario, per quanto abbia raggiunto buoni livelli per un'auto della suo segmento, ha sofferto nei test per una scarsa protezione dei passeggeri. Risultati comunque di ottimo livello per gli standard di categoria, dove - per quanto riguarda la piccola Mazda - anche la blasonata Audi TT aveva portato a casa una valutazione simile.



Hyundai Tucson, il crash test Euro NCAP




Nel video, i test condotti da Euro NCAP sulla nuova Hyundai Tucson, che si aggiudica le cinque stelle segnando una grande evoluzione sul modello testato nel 2006.