La nuova Phaeton sarà la porta bandiera del cambiamento. In programma anche una nuova tecnologia diesel

Dopo il Dieselgate, l’elettrico. Le Volkswagen a zero emissioni ci sono già (pensiamo alla e-Golf e alla e-Up che sono in vendita o alla Audi e-tron quattro concept vista all’ultimo Salone di Francoforte), ma ora, in un comunicato ufficiale, la casa tedesca annuncia che la standardizzazione di piattaforme per auto e veicoli commerciali leggeri a batteria è la chiave di volta della sua strategia di rilancio. Un recupero che riguarda anche l’immagine, visto che l’auto elettrica è quanto di più “pulito” appaia oggi nel settore auto e la nuova Volkswagen Phaeton, l’ammiraglia di casa, sarà l’emblema del cambiamento. Il nuovo CdA Volkswagen ha anche deciso "di ridurre gli investimenti di 1 miliardo di euro l'anno rispetto a quanto pianificato. Di seguito i dettagli.


Il futuro dei diesel è nell’AdBlue


Herbert Diess, il numero uno di Volkswagen, ha annunciato che il marchio lavorerà ad una nuova tecnologia diesel, più pulita ed ovviamente conforme agli standard richiesti. “Stiamo diventando più efficienti - ha detto Diess -, stiamo dando ai nostri prodotti un nuovo focus”. Il futuro dei diesel Volkswagn è rappresentato dal catalizzatore SCR (Selective Catalytic Reduction), che trasforma l'ossido di azoto (NOx) in sostanze non inquinanti quali acqua e azoto, e dall’AdBlue, la soluzione di urea acquosa prodotta in modo sintetico utilizzata in combinazione con i sistemi SCR per abbattere i NOx. Così saranno tutti i motori Volkswagen commercializzati in Europa e in Nord America.


Volkswagen Phaeton, da ammiraglia a simbolo di rinascita


Il pianale modulare trasversale (Modular Transverse Matrix platform, abbreviato in MQB) che Volkswagen AG ha introdotto strategicamente per i marchi Audi, Seat, Skoda e Volkswagen a livello mondiale sarà sempre più sviluppato in chiave ibrida plug-in per soddisfare l’esigenza di elevati volumi su scala mondiale, con un’autonomia superiore ai 300 chilometri. Per le auto compatte e per i veicoli commericiali leggeri a zero emissioni invece Volkswagen ha pensato ad un modulo elettrico (MEB) che potrà essere utilizzato da tutti i marchi del Gruppo, con un’autonomia promessa fino a 500 chilometri. L’emblema di questa nuova identità sarà appunto l’ammiraglia di casa ovvero la prossima generazione della Volkswagen Phaeton.

Dieselgate, nuove irregolarità in Germania

Foto di: Fabio Gemelli