L’obiettivo è individuare il più corretto ed efficace stile di guida

Si sente sempre più parlare di auto elettrica, ma in pochi l’hanno guidata. In Italia ne circolano appena 3.430 (contro le 37 milioni di auto tradizionali) e chi vuole provarla può giusto effettuare un test drive in concessionaria o in occasione di eventi particolari, come H2R o il Motor Show. Tuttavia è arrivato il momento di pensare a corsi di guida sicura ad hoc che facciano anche capire agli automobilisti che è bene adottare qualche accorgimento nella guida per ottimizzare l’utilizzo e l’autonomia di queste auto. L’ACI ha quindi firmato un protocollo d’intesa con Mercedes (il primo in Italia di questo tipo), nell’ambito dell’iniziativa #IoSonoElettrica, (un #eTour con la Classe B Electric drive che in due mesi toccherà 14 città). Il protocollo, caratterizzato da prove e test stradali sviluppati dagli ingegneri e collaudatori dei Centri di guida sicura ACI di Vallelunga ed Arese, “è finalizzato a determinare quale sia il corretto e più efficace stile di guida per un'auto elettrica”, spiega Ludovico Fois, Consigliere del Presidente per le Relazioni esterne e Istituzionali.

Le prove sono quattro: slalom tra i coni, per valutare qualità e comportamenti stradali del veicolo; inserimento in curva, per testare le reazioni in termini di sottosterzo e sovrasterzo; slide machine (su piattaforma di resina a bassa aderenza), per valutare la distribuzione dei pesi dell’auto insieme alla sensibilità e la prontezza dello sterzo alle diverse manovre; Eco-drive, per applicare gli stili di guida “virtuosi” che migliorano l’autonomia del veicolo (pensiamo ai sistemi di recupero energia in frenata ed in decelerazione). I giudizi delle quattro prove saranno effettuati da istruttori professionisti dei Centri di Guida Sicura ACI e nel prossimo futuro il corso di guida sicura ed ecologica sarà inserito tra quelli già proposti nei Centri di Vallelunga ed Arese.

Auto elettrica, Mercedes inaugura l’eTour #IoSonoElettrica

Foto di: Eleonora Lilli