Per i modelli tedeschi arriva una serie di modifiche a prestazioni ed estetica

Il tuner milanese lo abbiamo conosciuto per i lavori sulle Alfa Romeo o sulle Abarth ma perché darsi limiti? Questa volta a passare per le mani del team Romeo Ferraris sono i modelli AMG. Principalmente le modifiche riguardano le prestazioni tramite l’applicazione del PowerONE, studiati in particolare per i nuovi motori turbo. Il modulo si “aggancia” alla centralina originale per incrementare la potenza e anche la coppia. Due esempi: la A 45 AMG passa da 370 CV a 407, limando 4 decimi nello 0-100 con un risultato di 4,2”, mentre la coppia sale da 450 Nm a circa 510. Un altro esempio è il modulo centralina PowerOne per S 65 AMG 6.0 V12 biturbo, che permette un aumento dai 630 cv di serie a circa 700 CV, un’accelerazione che passa dai 4,3 secondi di serie ai 4,1 secondi nella versione modificata mentre la coppia originale di 1000 Nm è stata incrementata di +206 Nm.


Visto che per far stare in strada questi bolidi serve anche adeguare l’assetto, Romeo Ferraris mette a disposizione assetti del tutto personalizzabili in altezza e taratura per ridurre beccheggio e rollio. Stessa possibilità di personalizzazione per i sistemi di scarico per cui è possibile operare tramite un telecomando passando da un sound più silenzioso ad uno più aggressivo. Non mancano di certo modifiche alla parte estetica con dettagli in fibra di carbonio e grafiche completamente personalizzate. Insomma, se proprio non vi bastano le già esagerate bestiacce AMG, potete fare un salto a Milano e chiedere una pompata… non dite che non vi avevamo avvisato!

Mercedes S 65 AMG Coupé