La Casa del Leone mette a disposizione della Federazione Tennis francese oltre 230 veicoli

Da 33 anni partner tecnico ufficiale del Roland Garros, Peugeot mette a disposizione più di 230 mezzi alla Federazione Tennis Francese. Quest'anno, tuttavia, c'è un'intrusa un po' speciale: una Peugeot 3008 a guida autonoma. Il resto della flotta si compone invece di 3008 "vulgaris", 5008, Traveller, Partner Electric e Peugeot 508, equipaggiate tutte con hot-spot Wi-Fi.


Iniziato il percorso verso la guida autonoma


La Peugeot 3008 (vincitrice, fra l'altro, del Premio Auto dell'Anno 2017) in questione fa parte del programma AVA (Autonomous Vehicle for All) ed è stata usata da Jean Philippe Imparato, Direttore Generale del Marchio Peugeot, per raggiungere lo Stade Roland Garros, dopo aver attraversato Parigi senza sfiorare il volante. Un modo per far conoscere a tennisti e addetti ai lavori il programma di guida autonoma Peugeot. Per il 2018 sono attese modalità di guida automatizzata, con la sorveglianza del conducente, che si attivano su strade a scorrimento veloce, negli ingorghi e durante le manovre di parcheggio. Dal 2020, invece, l'agenda del Leone prevede modalità di guida "senza mani" e "senza occhi": sostanzialmente, chi guida può delegare tutto all'auto.


Comunicazioni di servizio


Per ora, la flotta Peugeot al Roland Garros può solo beneficiare dell'App GéoMissions: il gestore delle flotte comunica con il driver più vicino al luogo di presa in carico. La richiesta della corsa arriva in tempo reale all'autista, che viene guidato fino al punto richiesto. Nel frattempo, l'ora di arrivo viene comunicata al passeggero, tutto tramite smartphone. Non solo: le informazioni sulle corse vengono duplicate, in via sperimentale, sul display di navigazione delle Peugeot 3008, 5008 e Traveller. Così, l'autista non si distrae dalla guida.

Lunedì: il giorno più pericoloso per l'automobilista

Foto di: Daniele Pizzo