L'auto a idrogeno giapponese è già in vendita in Europa, ma non da noi

Negli Stati Uniti è andata sold out in meno di due mesi, in Giappone le vendite proseguono a gonfie vele ed in Europa le vendite sono iniziate da poco, ma non c'è da sperare di vederla presto in Italia, quantomeno in strada. Nel Bel Paese mancano le infrastrutture necessarie, ma la Toyota Mirai, la prima auto di serie a muoversi grazie alle celle a combustibile ad idrogeno, è possibile provarla per la prima volta anche in territorio italiano (noi l'abbiamo testata a Bruxelles) alla Fiera di Rimini dal 3 al 6 novembre durante Ecomondo 2015. Un'occasione unica, soprattutto visto che non è ancora dato sapere se e quando l'Italia riuscirà ad adeguare normativa e rete di vendita per permetterne la commercializzazione.


Ad ospitare il test-drive è il salone della mobilità sostenibile, H2R - Mobility for sustainability, punto d'incontro tra la ricerca indipendente e il mondo dell'auto. Un forum che ospita non solo la futuristica Mirai, ma anche le ormai più "convenzionali" ibride di casa Toyota. All'appello c'è l'ultima nata, la Nuova Prius, che è possibile ammirare in attesa della commercializzazione, ed altre due portabandiera della filosofia full hybrid del Gruppo giapponese: la Toyota Auris Hybrid Touring Sports (che abbiamo provato nell'OmniAuto Garage) e la Lexus NX Hybrid, il pioniere dei SUV ibridi in Italia, che è possibile provare nella zona esterna all'entrata della Fiera di Rimini.

Nuova Toyota Prius, l'ibrida da 3 l/100 km

Foto di: Fabio Gemelli