Nissan Leaf, e-NV200 e Renault ZOE le protagoniste

Sarà la più grande flotta 100% elettrica del mondo. Quella dell'auto a batterie non è certo una storia lunga, ma scorre in fretta verso la maturità se l'ONU ha scelto la sostenibilità e il basso impatto ambientale dei 200 veicoli elettrici forniti dall'Alleanza Renault-Nissan per muovere diplomatici e funzionari in occasione della Conferenza sul clima di Parigi, la COP21. Tante saranno le giapponesi Leaf e e-NV200 e le francesi ZOE al servizio dell'organizzazione internazionale per la ventunesima edizione del forum, in corso nella capitale d'Oltralpe dal 30 novembre all'11 dicembre. Le elettriche del gruppo affiancheranno i mezzi di trasporto pubblici, rimanendo a disposizione dei 20.000 partecipanti sulla tratta Le Bourget, sede della conferenza, e il centro di Parigi.


Le elettriche - si stima - percorreranno ben 400.000 chilometri. Spostamenti ad emissioni zero, che sfrutteranno la capacità di trasporto del Nissan e-NV200, in grado di muovere fino a sette persone su tragitti di 167 km (secondo il nostro ultimo test), ed i nuovi range di autonomia di Leaf - arrivata a 250 km - e di Renault ZOE, che raggiunge ora i 240 km. A guidarle saranno 200 autisti professionisti, affiancati da altrettanti dipendenti dell'Alleanza, selezionati fra le molte candidature spontanea raccolte dalle due aziende.



Le auto Renault e Nissan alla COP21 di Parigi




Sono in tutto 200 le Nissan Leaf, e-NV200 e Renault ZOE protagoniste.

A Parigi 90 colonnine in più per la ricarica delle auto elettriche