Solo 400 esemplari disponibili per l’edizione speciale da 328 CV e dettagli da competizione

Da tempo non si chiama più Impreza ma basta un’occhiata al suo profilo per capire di cosa stiamo parlando: la WRX STI è rimasta per molti l’icona dei rally vittoriosi degli anni ‘90. Con l’edizione speciale S207 - che sarà presentata in Giappone il 1 dicembre prossimo -, Subaru punta ancora più su “pompando” il motore 2.0 fino a 328 CV e dotandola di tutte le specifiche degne di un’auto da competizione. Il cambio è stato migliorato per renderlo più efficace, le sospensioni DampMatic a smorzamento variabile sono inedite su una giapponese mentre l’impianto frenante è italianissimo, si tratta di un Brembo a sei pistoncini.


Dopo il successo nella 24 Ore del Nürburgring, la WRX STI riprende gli elementi del modello da corsa. Fa parte del nuovo allestimento speciale S207 anche l’"NBR Challenge Package" in edizione limitata di 200 unità, con uno spoiler posteriore in carbonio a secco e un particolare che serve a ricordare la vittoria Subaru nella classe SP3T (la classe di veicoli turbo fino a 2 litri) nell’ultima edizione 2015. Gli interni hanno i sedili Recaro riscaldati con il logo STI e l’esclusiva targhetta che riporta il numero del modello. La S207 è disponibile in tre colori: Blu, Bianco e Nero. La S207 può essere ordinata entro il 6 marzo 2016 mentre la Yellow Edition entro il 30 novembre 2015.

Subaru WRX STI S207, speciale per il Giappone